Scuole Medie Inferiori

Con la presentazione “Bidonami, ma solo nel posto giusto” parleremo di rifiuti, imballaggi, principio delle 3 R, Raccolte Differenziate, Consorsi di filiera per garantire il riciclo per informare ed educare ad un corretto atteggiamento indispensabile alla salvaguardia del nostro ambiente.

Proponiamo un test finale di apprendimento o Eco-Quiz con successiva correzione per evidenziare i comportamenti corretti da seguire ed incrementare la conoscenza dei ragazzi e delle loro famiglie sull’argomento delle Raccolte Differenziate.

In alternativa possiamo giocare con una Gara di domande da cui prendere spunto per discutere sull’argomento dei rifiuti.

 

LABORATORI DI RICICLO CREATIVO

 

Carta magicacartamagica

Quanta carta buttiamo ogni giorno? La rivista vecchia, la pubblicità che troviamo nella buca delle lettere, giornali, la carta dei regali. Con questa attività suggeriamo un modo creativo e divertente per riutilizzarli. Essa non mira certo a fornire una soluzione al problema quotidiano della carta straccia, ma è buono spunto per far riflettere sulla possibilità di reintegrare e riutilizzare in modo creativo qualsiasi cosa.

Durata: 1 ora Obiettivo: stimolare fantasia e creatività, promuovere l’utilizzo creativo dei rifiuti, far apprezzare la bellezza e la versatilità di materiali anche di scarto. Materiale occorrente (per ogni alunno): 4-5 stuzzicadenti da spiedo (togliere la punta), carta tratta da riviste, giornali, carta da regalo, volantini, spago, colla, forbici, righello, lapis. Cosa fare: alcuni giorni prima della lezione chiediamo ai ragazzi di conservare qualche rivista, giornale, opuscolo e qualsiasi carta di loro gradimento per portarli a scuola. Materiale utilizzato: carta.

Recupera l’arte e mettila da parte!

E’ un laboratorio che abbraccia la cultura, l’arte, la creatività ed il riciclo! Utilizzando cose estremamente semplici, alla portata di tutti e che quotidianamente scartiamo, ci divertiremo a Ri-Creare opere di artisti famosi italiani e non; tutto questo ci consentirà di allargare la nostra conoscenza in campo artistico e di rivalutare le nostre capacità creative… ovviamente sempre riciclando!

Durata: 2 interventi di un’ora circa. Obiettivo: riflettere sui materiali di scarto a nostra disposizione.

Occorrente: forbici, biadesivo, colla a caldo e tutti i materiali possibili che si scartano e che possono servire (plastica , vetro, tessuti, filati, alimenti, carta)

Eco-Porta-Moneteecoportamonete

Dopo una breve presentazione, realizzeremo di un Porta-Monete Ecosostenibile.

Durata: 1 intervento di un’ora circa. Obiettivo: riconoscere il Tetrapak e riutilizzarlo. (Il Laboratorio potrebbe essere fatto con istruzioni in Inglese)

Occorrente: 1 confezione del latte/succo di Tetrapak (da far portare agli alunni), forbici, spillatrice, nastro adesivo colorato, elastico.

 

 

Porta Penne Riciclatoportapenne

Realizzazione di un Porta-Penne Ecosostenibile ed educazione al riuso dei nostri scarti.

Durata: 1 intervento di un’ora circa. Obiettivo: riconoscere il Tetrapak e riutilizzarlo. (Il Laboratorio potrebbe essere fatto con istruzioni in Inglese)

Occorrente: 2 confezioni del latte/succo di Tetrapak (da far portare agli alunni), forbici, spillatrice, nastro adesivo colorato, biadesivo, carta colorata adesiva.

 

Multimaterialmente

E’ un semplice gioco di riconoscimento tattile, che ci permetterà di presentare le diverse caratteristiche della plastica e degli altri materiali che sono stati conferiti nei cassonetti del multimateriale e che servirà da stimolo alla discussione. La scatola diventerà una “magic-box” ed inviteremo i bambini ad introdurre la mano per riconoscere e descrivere le caratteristiche del materiale toccato.

Inviteremo tutti, a turno, a partecipare: quando ognuno avrà giocato, indovinato e tirato fuori gli oggetti dalle scatole, la cattedra sarà ingombra di oggetti. Discussione finale: potremmo fare a meno di usare tutto questo materiale? Potremmo sostituirlo? Come?

Durata: un’ora circa. Obiettivo: riconoscere caratteristiche, pregi e difetti dei materiali che vengono buttati nel multimateriale per avviarli al riciclo.

Materiale utilizzato: vari oggetti di plastica (polistirolo, PET, flaconi, imballaggi, cannucce, guanti di gomma, maglioni in pile, collants…), vetro, tetrapak, lattine, scatolette.

 

GIOCHI AMBIENTALI

 

“BCA: Bidonami Con Amore”

Durata: 1 intervento di un’ora circa. Obiettivo: riflettere sulla durata di un oggetto che può continuare ad essere usato anche quando per me è diventato inutile, quindi un potenziale “rifiuto”.

Il nostro intervento consisterà in una presentazione di REA Spa e come opera sul territorio. Verrà spiegato che cos’è il “B.C.A” e lo realizzeremo insieme ai ragazzi con materiale recuperato. Il BCA diventerà una vetrina “lascia e prendi” di oggetti da loro non più utilizzati. L’obiettivo è quello di incoraggiare i ragazzi alla pratica del riuso e del riutilizzo.

Spesa Consapevole

Acquistare e consumare in modo critico significa scegliere i prodotti non solo in base al prezzo e alla qualità, ma anche in base al loro impatto ambientale: senza lasciarsi guidare esclusivamente dalla moda, occorre quindi informarsi, leggere e capire quali sono i prodotti e gli imballaggi più eco-sostenibili, prediligere i prodotti a Km 0 e , quando possibili, optare per prodotti con ricarica. Noi tutti possiamo dare un grosso aiuto se attenti al contenitore e al suo contenuto: come? Scegliendo prodotti con il minor imballo possibile, realizzati con materiale riciclato e riciclabile. Ricordiamoci che come consumatori siamo potenti e grazie alle nostre scelte possiamo orientare le scelte produttive delle aziende e promuovere uno sviluppo responsabile e sostenibile.

Per capire come acquistare in modo responsabile abbiamo pensato di simulare una spesa consapevole all’interno di un centro commerciale facendo degli esempi concreti e ponendo particolare attenzione alle etichette presenti sui prodotti.

Durata: 1 intervento di un’ora e mezzo circa. Obiettivo: Sensibilizzare e responsabilizzare al non spreco di risorse.

In alternativa alla visita in negozio, possiamo pensare di fare una spesa consapevole simulata in classe.

Imballaggi ed Imballaggi: impariamo a riconoscerli

Alcuni giorni prima della lezione chiediamo ai ragazzi di portare da casa 5 tipologie diverse di imballaggi a loro scelta. I ragazzi verranno divisi in più squadre e dovranno indovinare come e dove differenziare gli imballaggi della squadra avversaria. Nella seconda parte del gioco, ogni squadra dovrà proporre almeno una motivazione sul perché riciclare quel materiale e quali sono i vantaggi. Seguirà un momento di discussione durante il quale si stimoleranno gli alunni a riflettere sulla scelta delle diverse tipologie di imballaggio e sul loro riutilizzo. Infine, si approfondirà l’argomento introducendo il tema della biodegradabilità di alcuni materiali e delle etichette presenti sugli imballaggi misti.

Durata: 1 intervento di un’ora. Obiettivo: riconoscere correttamente in ogni rifiuto i materiali di cui è composto e riconoscere i diversi tipi di imballaggi presenti sul mercato (cosa sono, a cosa servono, come sono fatti).

Occorrente: ogni alunno dovrà portare da casa una tipologia diversa di imballaggio (1 in plastica, 1 in tetrapak, 1 in alluminio, 1 in acciaio, 1 in carta).

Segui la bottiglia di plastica

Faremo una presentazione su chi è REA SpA e come opera sul territorio parlando delle Raccolte Differenziate. Porteremo le cartoline della campagna “Differenti” in lingua inglese. Successivamente l’insegnante di lingua inglese consegnerà ad ogni ragazzo delle immagini e delle frasi tradotte nella lingua interessata riguardo la storia di una bottiglia di plastica: si chiederà di ricomporre la storia abbinando la frase esatta all’immagine in ordine cronologico. Per i ragazzi sarà fornita una scheda da compilare di approfondimento riguardo la seconda vita dei materiali riciclati e Eco-quiz (in lingua inglese).

Durata: 1 intervento di un’ora circa. Obiettivo: introdurre il tema del riciclo, spiegando le diverse fasi di cui è costituito e acquisire vocaboli nuovi sull’argomento Riciclo in lingua inglese.

Materiale utilizzato: scheda “Segui la bottiglia di plastica” e scheda “Da cosa… Rinasce cosa” (fornita da REA SpA).

Rifiuti Nostri!

Questo percorso è basato su un “ Trash Gioco ” avente come tema i rifiuti, che tutti i giorni produciamo. Verrà inizialmente fatto vedere un video “Sesto Senso”, successivamente, giocando, si imparerà a distinguere i vari materiali che compongono i nostri rifiuti e le modalità di recupero, di riciclo e smaltimento. Vincerà chi eliminerà tutti i rifiuti mantenendo l’ultimo sacchetto con dentro il premio più ambito: i gadgets REA!

Durata: 1 intervento di un’ora. Obiettivo: incentivare gli alunni al rispetto dell’ambiente ed alla raccolta differenziata.

Occorrente: proiettore (nell’eventualità potrà essere fornito da REA SpA).

Ambiente… ci vorrebbe un’idea!

Oggi siamo proprio a corto d’idee; dopo aver fatto un’introduzione ai ragazzi su quelli che sono i problemi ambientali e anche sulle quelle problematiche che spesso riscontriamo noi operatori per poter trasmettere l’importanza dell’educazione ambientale, li coinvolgiamo rendendoli protagonisti e   ci facciamo aiutare per trovare una modalità efficiente per far sì che tutti insieme possiamo raggiungere lo stesso scopo e cioè la sensibilizzazione all’ambiente da parte di tutti.

Daremo tre temi a scelta ed in un secondo momento, dopo aver raccolto i compiti e dopo averli esaminati (soltanto da un punto di vista innovativo) ritorneremo nella classe per un secondo intervento in cui si discuterà sulle idee avute dai ragazzi e sulla possibilità che avremo di poterle adottare.

Back to Top