FAQ

FAQ

  • Perché il passaggio al sistema “porta a porta”?

    Perché i risultati ottenuti negli anni con i cassonetti stradali mostrano una stabilizzazione su percentuali di raccolta differenziata molto inferiori rispetto a quelle previste per legge, oltre a una qualità non sempre adeguata dei materiali presenti nei cassonetti (tale da impedire l ’avvio a completo recupero di quanto raccolto). Il porta a porta responsabilizza tutti nella gestione dei propri rifiuti e induce a una corretta separazione

  • Ma siamo sicuri che i rifiuti poi non vengono mescolati e buttati tutti in discarica?

    Si tratta di una leggenda metropolitana alimentata dall’idea che non convenga il loro riciclaggio. In realtà, sarebbe sfavorevole mescolare rifiuti separati perché ciò comporterebbe l’ aumento dei costi di smaltimento che ricadrebbero, inevitabilmente, anche sui cittadini. Oltre al fatto che una normativa nazionale impone il raggiungimento di quote di raccolta differenziata di qualità, raggiungibili solo grazie al sistema porta a porta

  • Quali tipologie di contenitori avrò a disposizione per fare la raccolta?

    Pur con differenze specifiche in base al proprio comune in generale le utenze domestiche avranno a disposizione 4 tipologie di sacchetti e/o contenitori di differenti colori denominati mastelli in base ai rifiuti che devono contenere. Le utenze sub urbane (campagna) avranno a disposizione sacchetti e bidoni di prossimità muniti di chiave. Le utenze non domestiche avranno a disposizione dei bidoni appositi muniti di chiave.

  • Dove posso reperire sacchetti e contenitori?

    Per il ritiro dei sacchetti e dei contenitori prendere visione del sito nella sezione Servizi del tuo Comune, oppure consultare l’app PortAPPorta Rea, inviare una mail a numeroverde@reaspa.it oppure chiamare il Numero verde 800517692.

  • Il kit può essere ritirato anche da altre persone diverse dall’intestatario TARI

    Si, basta presentare una fotocopia di un documento dell’intestatario della bolletta Tari e/o una delega firmata da parte dell’intestatario.

  • Nel caso di smarrimento o danneggiamento dei contenitori cosa devo fare?

    Segnalarlo immediatamente scrivendo una mail a numeroverde@reaspa.it oppure chiamare il Numero verde 800517692. Provvederemo alla consegna della nuova attrezzatura ritirando il danneggiato.

  • Se abito in un condominio è possibile avere dei contenitori per la raccolta?

    Generalmente sopra le 25 unità abitative valutiamo la possibilità di consegnare i contenitori condominiali muniti di chiave da collocarsi all’interno dello spazio condominiale e da esporre su suolo pubblico nei giorni indicati dal calendario del comune di appartenenza. Tuttavia è necessario un sopralluogo per valutare la fattibilità inviando una mail a numeroverde@reaspa.it, se presente, la mail dovrà essere inviata dall’ amministratore di condominio.

  • Posso utilizzare le buste che ho già in casa per fare la raccolta differenziata (es. sacchi neri o della spesa)?

    No, si devono utilizzare i sacchi forniti da REA, in quanto l’operatore deve controllare la qualità dei rifiuti conferiti al suo interno e i sacchetti devono essere semitrasparenti. Possono però essere riutilizzate per sigillare pannolini, assorbenti, escrementi animali o altri rifiuti maleodoranti da gettare poi nel sacco dell’indifferenziato.

  • Dove devono essere esposti i sacchi/mastelli nel giorno di raccolta?

    Il rifiuto dovrà essere esposto in sacchetti ben chiusi nei contenitori forniti e situato sul piano strada, di fronte al proprio numero civico sul suolo pubblico in luogo agevolmente accessibile al mezzo di raccolta e in modo da non creare intralcio o pericolo al transito veicolare e pedonale.

  • Quando bisogna esporli?

    Nel giorno e ora previsti dal calendario consegnato a ciascuna famiglia/attività e consultabile online sul nostro sito o sulla App PortAPPortaRea.

  • Cosa succede se nel giorno previsto per la raccolta, non posso esporre il rifiuto?

    Il contenitore/sacco dovrà essere esposto nel successivo giorno previsto dal calendario per quel materiale, oppure recarsi presso il centro di raccolta comunale. In alternativa è possibile mettersi d’accordo con un vicino per l’esposizione.

  • Cosa succede se sbaglio a separare i materiali?

    Se l ’operatore nota nel contenitore/sacco la presenza di materiali non conformi lascia un avviso di errato conferimento, l’utente dovrà esporre in modo corretto il primo giorno da calendario utile. Possibile esempio: sacco multimateriale con rifiuti non conformi – togliere dal sacco del rifiuto estraneo e conferirlo nel sacco giusto ed esporlo nel giorno adeguato.

  • Quali accorgimenti devo seguire per una corretta esposizione dei rifiuti?

    Per una corretta esposizione è necessario che i sacchi siano ben chiusi e conferiti sempre all’interno del mastello per l’esposizione (il mastello solo dove previsto), al fine di mantenere un buon decoro urbano. Inoltre, per agevolare le operazioni di raccolta si raccomanda di schiacciare bene i rifiuti in carta, cartone e plastica per ridurre l ‘ingombro e di non riempire fino all’orlo il sacco.

  • Dove posso trovare i centri di raccolta comunali?

    Per sapere dove si trovano i centri di raccolta invitiamo a consultare la pagina dedicata.

  • Posso portare il mio rifiuto indifferenziato nei Centri di Raccolta Comunale (CdR)?

    No, non è possibile. La legge non permette di conferire l’indifferenziato nei CdR Comunali. Pertanto è necessario rispettare il giorno di raccolta settimanale previsto dal servizio porta a porta, seguendo il calendario dei conferimenti.

  • Cosa succede se sbagliassi orario, giorno e modalità di esposizione?

    Nel periodo iniziale è previsto un monitoraggio per risolvere dubbi o errate interpretazioni. Riceverai un bollino con riportato scritto dall’operatore la motivazione dell’errore. In generale il rifiuto non sarà ritirato e dovrà essere esposto in modo corretto il primo giorno da calendario utile.

    Possibili esempi di errori:

    • esposizione nel giorno e orario sbagliato: il rifiuto non sarà ritirato e dovrà essere esposto il primo giorno utile da calendario;
    • sacco non adeguato (non Rea): trasferire i rifiuti nel sacco giusto fornito da Rea ed esporlo il primo giorno utile da calendario.
  • Cosa fare se il contenitore non viene svuotato o il sacco non viene ritirato?

    Come in tutte le cose nuove, nella prime settimane di servizio può capitare qualche episodio di mancato svuotamento del contenitore, ad esempio perché collocato in una posizione poco visibile agli operatori. In ogni caso è possibile segnalare qualsiasi anomalia scrivendo una email a numeroverde@reaspa.it o segnalare tramite APP “PortAPPportaRea” oppure telefonando al numero verde 800517692.

  • A chi spetta la cura dei contenitori?

    Tutti gli utenti si impegnano a ricevere i contenitori a conservarli in buono stato, a effettuarne pulizia e manutenzione.

  • Devo lavare le scatolette, i barattoli e in generale i contenitori per alimenti prima di gettarli?

    No non è necessario, l’importante è ripulirli dai residui alimentari.

  • Il vento rovescia i contenitori/sacchi della plastica e della carta!

    Questo problema è limitato a zone, giornate e nicchie particolari. Altre esperienze ci dicono che ben presto, dopo la prima esperienza, si trovano i giusti accorgimenti, come individuare il posto riparato dal vento, chiudere il contenitore con adeguate protezioni, predisporre ancoraggi ecc.

  • Come proteggere i contenitori dai cani o altri animali?

    I contenitori consegnati alle famiglie sono dotati di un sistema di chiusura anti-randagismo che scoraggia gli animali.

  • In casa non ho spazio per tenere i contenitori della differenziata, come faccio?

    Ogni utenza si può organizzare liberamente in funzione dei propri spazi. Il porta a porta è un sistema che responsabilizza in primo luogo proprio sulle quantità di rifiuti prodotte giornalmente. Il primo suggerimento è quello di impegnarsi per ridurre la produzione di rifiuti.

  • Come faccio a sapere dove e come conferire correttamente i rifiuti?

    In caso di dubbi sul corretto conferimento dei rifiuti è possibile consultare il rifiutario cartaceo, consegnato insieme al Kit per la raccolta porta a porta oppure consultare la pagina Dove lo butto sul sito REA oppure scaricare la App ‘PortAPPortaRea’ disponibile gratuitamente per IOs ed Android.

  • Come smaltire sfalci e potature?

    Sfalci e potature possono essere smaltiti ai centri di raccolta comunali oppure è possibile prenotare gratuitamente il ritiro a domicilio scrivendo un’ email a numeroverde@reaspa.it o segnalare tramite APP “Portaapporta REA” oppure telefonando al numero verde 800517692.

  • Il servizio di raccolta avviene anche nei giorni festivi?

    Nei giorni festivi il calendario potrà subire delle variazioni. La cittadinanza sarà costantemente aggiornata tramite i nostri canali, sito e App gratuita “PortAPPortaRea”.

  • Perché nel multimateriale devo mettere solo gli imballaggi e non gli altri oggetti in plastica?

    Perché a livello nazionale la raccolta differenziata, in particolare quella della plastica, riguarda solo gli imballaggi. I produttori di imballaggi pagano il contributo CONAI (consorzio nazionale imballaggi), dunque COREPLA (Consorzio Nazionale per il recupero della plastica affiliato al CONAI) accetta solamente gli imballaggi e non gli altri oggetti, anche se realizzati con plastiche riciclabili (ad esempio non devono essere gettati nel sacco i giocattoli in plastica). Per qualsiasi dubbio consultare la sezione Dove lo butto sul sito.

  • Quali sono i rifiuti in multimateriale che vanno nel sacco/mastello giallo?

    Tutti gli imballaggi fatti in plastica, tetrapak, acciaio, alluminio (in alcuni comuni del territorio va inserito anche il multimateriale pesante ossia il vetro). Bisogna pertanto sempre chiedersi se si tratta di imballaggio. Per esempio sono imballaggi bottiglie, flaconi, vaschette plastica e polistirolo, piatti e bicchieri, blister.

    Non sono imballaggi i manufatti come utensili di cucina, posate in plastica, bacinelle, giocattoli, cancelleria, siringhe.

  • L’imballaggio in vetro deve essere conferito in un eventuale sacco?

    No, va conferito sfuso all’interno del mastello verde o mastello giallo consegnato. Non è necessario togliere l’etichetta ma va tolto il tappo! Attenzione ai falsi amici del vetro come pirex, cristallo, ceramica e specchio questi vanno nell’indifferenziato.

  • Dove devono essere conferiti gli oli vegetali esausti?

    Gli oli vegetali non possono essere gettati negli scarichi perché sono altamente inquinanti per l’ambiente. Possono essere portati ai centri di raccolta comunali oppure recarsi presso i rivenditori che dispongono del contenitore idoneo

  • Dove devono essere conferiti le pile e farmaci scaduti?

    Le pile esauste e farmaci non devono essere conferite nell’indifferenziato perché sono rifiuti pericolosi ma possono

    essere portate ai centri di raccolta comunali oppure recarsi presso i rivenditori che dispongono del contenitore idoneo.

  • Dove devono essere conferiti i piccoli elettrodomestici (PAED) e lampadine non funzionanti?

    I PAED (es. minipimer, cellulari, auricolari, tablet ecc.) non devono essere conferiti nell’indifferenziato, perché sono preziosi ma devono essere portati ai centri di raccolta comunali per essere recuperati. Le lampadine sono rifiuti pericolosi e devono essere portate al centro di raccolta comunale.

  • Dove devono essere conferiti gli indumenti usati?

    Gli indumenti usati possono essere portati ai centri di raccolta comunali oppure inseriti nei contenitori gialli dislocati nel territorio.

  • Come e dove deve avvenire l’esposizione dei mastelli?

    Caso di strada privata dove all’inizio è posizionata una sbarra, un cancello o una cassetta postale a servizio di più utenze o strada privata a servizio di una singola utenza

    L’utente dovrà posizionare i contenitori/sacchi in prossimità della via principale (davanti sbarra, cancello e/o cassetta postale).

    Caso di strada privata ad uso pubblico a servizio di più utenze con possibilità di manovra e transito.

    L’utente dovrà posizionare i contenitori/sacchi davanti l’accesso esterno dell’abitazione

    Caso di strada condominiale e quindi non aperta al pubblico.

    Concordare un sopralluogo con tecnico incaricato preferibilmente tramite l’amministratore di condominio. In questo caso per accedere all’interno sarà necessaria la sottoscrizione di una liberatoria per transito mezzi.

    Ulteriori casi particolari saranno rilevati dall’operatore in fase di avvio del servizio e messi a regime nelle modalità individuate dall’azienda con contestuale comunicazione all’utenza. 

Hai domande?

Compila il form, un nostro incaricato ti contatterà al più presto.

    Dichiaro di aver preso visione dell'informativa sulla privacy policy del sito www.reaspa.it
    Questo sito è protetto da recaptcha e si applicano Privacy Policy e Termini di servizio di Google.
    FAQ