Produrre meno rifiuti domestici? 10 idee per iniziare

Ognuno nel suo piccolo può fare la differenza. Basta iniziare…

Produrre meno rifiuti domestici? 10 idee per iniziare

Produrre meno rifiuti domestici è fondamentale. Per limitare i danni al clima, all’ambiente e alla nostra salute bisogna, infatti, partire dal cuore del problema: generiamo troppi, troppi rifiuti. Perché se fare una buona raccolta differenziata e riciclare è fondamentale, meglio ancora è prevenire e generare meno spazzatura. Ognuno di noi può farlo, a partire dalle abitudini quotidiane, tra casa e ufficio.

 Dettagli allegato ridurre-i-rifiuti-filosofia-zero-waste

Si tratta di piccoli ma preziosi passi che a volte possono apparire persino banali ma che, se fatti con costanza e convinzione, possono fare la differenza ed avere un impatto enorme sull’ambiente. Qualche idea per iniziare a produrre meno rifiuti domestici? Ve ne diamo dieci.

Non rifiutarti di provare! Fai un passo alla volta. Ognuno di noi nel suo piccolo può dare il suo prezioso contributo. I grandi fiumi sono fatti di piccole gocce…

  • Riduci bottiglie e bottigliette in plastica di acqua minerale

Con 200 litri pro capite consumati all’anno, l’Italia è il 1° Paese al mondo per consumi di acqua minerale in bottiglia (rispetto a una media europea di 118 litri), nonostante la qualità dell’acqua che esce dai nostri rubinetti sia la migliore d’Europa. Un dato che emerge dal libro bianco «Valore acqua 2021» realizzato da The European House – Ambrosetti, presentato nel 22 marzo 2021 per la Giornata mondiale dell’acqua. Come ridurre l’uso di bottiglie in plastica? Le bottiglie in vetro con il vuoto a rendere sono una soluzione. Oppure ancora più economico è l’uso di borracce, bottiglie di vetro vuote e caraffe. Puoi riempirle anche alle “casette dell’acqua”, sempre più presenti in Italia.

  • Scegli i prodotti alla spina e sfusi per produrre meno rifiuti domestici

Un buon modo per produrre meno rifiuti domestici? Quando fai la spesa cerca di privilegiare i commercianti che vendono senza confezioni e imballaggi superflui. Qualche esempio? I detersivi alla spina da riempire ogni volta portando la tua bottiglia, le saponette al taglio o i legumi sfusi, a peso.

  • Fai la spesa con la sporta

Quando vai a fare compere non farti riempire di borse, borsette, borsine che hanno un costo e molto spesso finiscono con il rompersi. Portati sempre dietro una o più borse di tela, resistenti, lavabili e riutilizzabili. Alcune sono ripiegabili e davvero poco ingombrandi.

  • Riutilizza tutto ciò che puoi

Ciò che è vecchio e malridotto non sempre deve per forza finire nella spazzatura. A volte basta un po’ di creatività e può trasformarsi in qualcos’altro. Questo vale anche in cucina! Sai per esempio che puoi utilizzare in maniera alternativa i gusci d’uovo, le bucce di carota e molto altro ancora? Leggi questo articolo e ti stupirai: 5 idee facili per un riuso creativo.

  • A te non serve? Magari a qualcun altro sì

I jeans che non stanno più, i vestiti dei bimbi che sono diventati troppo piccoli, il divano un po’ vecchio ma in buono stato che, alla fine, hai deciso di cambiare…O ancora tutte le cose di cui ti devi disfare magari per un trasloco…Mica vanno buttate! Puoi chiedere a parenti, amici, conoscenti, amici degli amici, associazioni ed enti benefici se ne hanno bisogno. Magari sono esattamente quello che stanno cercando. Puoi anche venderle ai mercatini dell’usato o agli eventi che promuovono il baratto. Oppure organizzare o partecipare a uno swap party!

  • Riduci ciò che è monouso (e potrebbe non esserlo)

Contenitori usa e getta, bicchieri usa e getta, posate usa e getta…Nella quotidianità cerchiamo di ridurli, limitandoli ai casi di reale necessità. Un esempio? Usiamoli il meno possibile in casa. E in ufficio, invece di usare bicchierini del caffè da utilizzare e buttare via, tieni nel cassetto della tua scrivania la tua tazzina personale, magari in vetro. A proposito, anche le capsule del caffè meritano una riflessione: anche quelle sono da ridurre perché producono rifiuti ad ogni caffè. Meglio, se possibile, la moka o una macchinetta che consenta l’uso della miscela macinata.

  • Pratica il compostaggio domestico per ridurre i rifiuti

Se hai un giardino o un orto usa la compostiera per trasformare in concime gli scarti organici e vegetali che produci quotidianamente. Richiedi informazioni a REA!

  • Si è rotto? Magari puoi aggiustarlo!

Non buttare subito via un oggetto perché si è rotto. A volte bastano pochi passaggi per aggiustarlo. Informati prima.

  • Ti serve davvero? Meglio non accumulare inutilmente

Certe volte succede di comprare oggetti di cui, in realtà, potremmo fare a meno. Spesso lo facciamo per abitudine, per noia, perché costano poco o sono in super offerta. Ma il punto è: servono davvero? Sono di buona qualità? Dureranno nel tempo? Ricordati che più si accumula e più si rischia di produrre scarti.

E se proprio non c’è verso di recuperare un rifiuto? Differenzialo in maniera corretta. Leggi anche l’articolo: Raccolta differenziata? Ecco i dubbi più comuni.



Condividi


Hai domande?

Compila il form, un nostro incaricato ti contatterà al più presto.

    Dichiaro di aver preso visione dell'informativa sulla privacy policy del sito www.reaspa.it
    Questo sito è protetto da recaptcha e si applicano Privacy Policy e Termini di servizio di Google.
    Produrre meno rifiuti domestici? 10 idee per iniziare